domenica 31 agosto 2014

Recensione: Io non sono Mara Dyer di Michelle Hodkin


Io non sono Mara Dyer (#2)
Michelle Hodkin
Mondadori Chrysalide
€ 17,00
460 pg

Mara Dyer sa di aver commesso un omicidio. Jude voleva farle del male, e lei si è difesa, grazie al terribile potere che le permette di uccidere con la forza del pensiero. Ma ora Jude è tornato, e nessuno le crede anche se giura di averlo visto con i suoi occhi. Quel ragazzo dovrebbe essere morto, e Mara rischia di finire i suoi giorni nell'ospedale psichiatrico in cui è tenuta in osservazione con una diagnosi di probabile schizofrenia. L'unica possibilità di salvezza è assecondare i medici e fingere di avere avuto un'allucinazione. Così la sera è libera di tornare a casa e vedere Noah, l'unico che ancora crede in lei e cerca di aiutarla a fare luce sui misteri che circondano la sua vita, proteggendola da Jude. Ma i fatti inquietanti si moltiplicano, e Mara rischia di impazzire sul serio: qualcuno entra in camera sua la notte e la fotografa mentre dorme, e un giorno le fa trovare una bambola appartenuta alla nonna, che soffriva dei suoi stessi disturbi. Mara, esasperata, cerca di bruciarla, ma nel fuoco rinviene un talismano complementare a quello in possesso di Noah...


Avevamo lasciato Mara in preda al delirio quando, decisa a confessare il suo segreto, alla stazione di polizia incrocia Jude, il suo ex fidanzato che a rigor di logica dovrebbe essere morto. Ciò le varrà un biglietto di solo andata per una bella serie di sedute di gruppo presso un centro specializzato, l’Horizons, dove la dottoressa che lo gestisce non vede l’ora di annoverare la ragazza tra i suoi ospiti permanenti. Ma al fianco di Mara c’è sempre Noah pronto a fare di tutto per proteggerla, anche dal suo stesso amore. Ma se le allucinazioni e i presagi di Mara non fossero creati dalla sua mente ma reali? E se l’amore che prova per Noah fosse capace di portare entrambi alla distruzione?

Sono due ore che cerco di scrivere la recensione di questo secondo capitolo della storia di Mara Dyer e dell’affascinate e sexy Noah Shaw (ebbene si mi sono presa una cotta colossale per Noah), però non riesco ancora a centrare il punto della storia che ho letto.
Questo libro è certamente un libro di transizione, quindi come tale risolve qualche piccolo, anzi piccolissimo dubbio, ma ne introduce una quantità abnorme in sostituzione. Ormai sappiamo per certo che le doti di Mara non sono solo frutto della sua mente afflitta da un disturbo da stress post traumatico, come siamo certi che anche Noah in qualche modo è dotato delle stesse peculiarità. I due ragazzi quindi in questo episodio vanno alla ricerca dell’origine di tali doti e sembrano averne individuata una componente ereditaria, genetica, cosa supportata ancora di più per noi lettori dai vari salti nel passato che il libro compie nel seguire i passi di una bambina nella lontana India. Inoltre Mara frequentando l’istituto inizia a comprendere che c’è qualcosa di più che la lega agli altri pazienti, oltre ad un evidente squilibrio mentale. Continuo però ad avere la stessa identica domanda stampata in mente, che mi porto dietro dal primo libro: l’autrice dove vuole andare a parare? E soprattutto di quello che succede quanto è vero e quanto invece è solo frutto della mente di Mara? E continuo a domandarmi chi sia veramente Mara Dyer! Questo secondo capitolo ha come titolo Io non sono Mara Dyer eppure mai come in questo caso mi sembra che la protagonista lo sia veramente.
Inoltre cosa si nasconde dietro quell’aura di perfezione che avvolge i genitori della ragazza e i suoi fratelli, a tratti troppo perfetti per essere reali. Ed ancora, se Mara è così ci sono buone probabilità che anche i fratelli nascondono una dote che li contraddistingue, ed a tratti sembra di coglierne dei barlumi,  ciò nonostante sembra che solo lei ne subisca le conseguenze. I suoi rapporti familiari sono un tassello fondamentale della sua esistenza eppure più che aiutarla sembra che contribuiscano a portarla verso l’autodistruzione. La relazione con Noah invece si fa ogni istante più profonda, i due ragazzi quasi vivono in simbiosi, come dare a torto a quella benedetta ragazza, tanto che non riesce più a fare a meno di Noah anche quando si rende conto che la loro vicinanza per lui è altamente distruttiva. Il loro amore, intenso ma cauto, sensuale più che passionale, è forse il motore fondamentale dell’intera vicenda e l’unico punto fermo che impedisce a Mara di crollare definitivamente. A questo punto per riuscire a inquadrare finalmente questa storia, per cui faccio i complimenti all’autrice per l’originalità ma soprattutto l’intensità con cui coinvolge ed avvince il lettore, non resta che leggere l’ultimo capitolo  in cui spero che finalmente un po’ di luce riesca a dissipare le ombre e soprattutto risolva quel cliffangher finale a cui mi rifiuto categoricamente di credere! 

Voto: psicologico, misterioso, adrenalico

mercoledì 27 agosto 2014

Prossime Uscite Giunti

Oggi vi mostro alcuni libri che troveremo ad attenderci di ritorno dalle vacanze sugli scaffali delle librerie editi dalla Giunti. Cominceremo con l'atteso ritorno di un giovane autrice conosciuta per la serie Starcrossed, serie che attingeva a piene mani alla mitologia greca e latina, con una nuova serie fantasy con mondi paralleli e streghe. Sarà inoltre ristampato, con una nuova cover, un libro già uscito da un pò di cui a settembre potremmo vedere la trasposizione cinematografica, il cui trailer mi ha incantato e fatto venire voglia di leggere questa serie che in passato avevo un pò snobbato. Infine due nuove uscite nella narrativa per adulti.

Dal 17 Settembre 2014
Attraverso il fuoco
The Worldwalker Trilogy #1
Josephine Angelini
Giunti Y
€ 16,50 - 464 pg


Tristemente nota per la sanguinosa caccia alle streghe del 1692, Salem oggi è una tranquilla cittadina come tante. O almeno così sembra… Lily è una diciassettenne dai capelli rosso fuoco, tormentata da terribili crisi allergiche e accessi di febbre, che le impediscono di vivere spensieratamente. Un giorno, all’improvviso, viene risucchiata in un mondo parallelo, dominato da streghe spietate, ritrovandosi faccia a faccia con il suo perfido alter ego, Lilian. Ad aiutare Lily nella scoperta della sua vera natura sarà l’affascinante Rowan, che però non sembra fidarsi di lei, vista la forte somiglianza con la potentissima gemella. Ma quando l’attrazione fra i due diventa innegabile, a complicare le cose arriva Tristan, che la ragazza aveva baciato intensamente nel mondo reale. Riuscirà Lily a sconfiggere le forze del male visto che la sua acerrima nemica è proprio… lei stessa?


martedì 26 agosto 2014

Selfpublishing Made in Italy + Minirecensione: Fiori d'Arancio di Gisella Laterza

Circa un anno fa mi sono ritrovata tra le mani, o meglio nel mio Kobo, una piccola storia da leggere  e recensire inviatami dalla sua autrice, una favola, un sogno, piccoli segni d'inchiostro che raccontavano un universo che non esiste più. L'incontro tra un angelo e una ragazzina in un'alba solitaria, e un demone che alla luna aveva rubato la sua bellezza. Di me diranno che ho ucciso un angelo (QUI la mia recensione) è uno di quei libri che difficilmente dimentichi ma continui a ricordare con dolcezza e un pò di malinconia. Il viaggio dell'angelo vagabondo caduto sulla terra per amore è stato costellato dall'incontro con tanti personaggi particolari ed a tutti coloro che hanno amato la sua storia Gisella fa un piccolo dono, un racconto gratuito, uno spin-off su due dei suoi personaggi.

Fiori d'Arancio
Gisella Laterza
€ 0,00 - 5 pg
Un pittore. Una donna. In riva al mare, lui le fa il ritratto in un brevissimo ed emozionante racconto che dà luce a uno dei personaggi secondari del romanzo Di me diranno che ho ucciso un angelo (Rizzoli, 2013). Poche pagine in cui è racchiuso un ricordo che profuma di fiori d'arancio.

Un racconto lungo appena tre pagine ma che apre una finestra sulla coppia di personaggi più improbabili per una storia d'amore, un frate e una sirena. Con il suo stile caratteristico che la contraddistingue, onirico, romantico, poetico, Gisella ci racconta questo incontro che ha il profumo dei fiori di arancio ed il suono di una matita sul foglio di carta. Se avete amato il suo libro non perdetevi questo piccolo regalo da leggere in un soffio, arrivando in fondo alla pagina senza nemmeno comprendere come e che lascia nel cuore una profonda tristezza per un amore impossibile. 

Adatto anche a chi non ha letto il libro, 
questo racconto vi permetterà di conoscere Gisella 
ed aprire una finestra sul suo mondo. 
Non perdetevelo!


domenica 24 agosto 2014

The Very Inspiring Blogger Award

Da qualche giorno gira per i blog questo premio e sono orgogliosa che il mio piccolo angolo sia stato nominato 4 volte da blog che seguo, vuol dire che allora qualcosa di buono lo sto facendo e tutto questo mio sproloquiare nel web è giutno da qualche parte!!! tutto ciò non fa altro che spronarmi a continuare e spero che tutti voi abbiate la bontà di seguirmi ancora per molto tempo!
Allora ecco i punti da seguire:
Elencare le regole e visualizzare il premio: Fatto

Mostrare il logo del premio sul tuo blog e seguire il/la blogger che ti ha nominato: Le seguo già da tanto

- Ringraziare la persona che ti ha nominato

Le prime che hanno pensato a me per questo simpatico premio sono state Petronilla e Magenta di Books and Roses Pagine Fiorite, un piccolo blog abbastanza recente  che vi consiglio di vistare per la simpatia delle padroni di casa. Quindi Susi di Bookvish Advisor, la mia guru sui romance, vorrei tanto essere ospite a casa sua per divorare tutti quei dolci che posta su Facebook. Poi è stata la volta di Gio di Walks with Gio, che spero di conoscere quando avrò modo di tornare a Torino per la prossima fiera del libro e Franci di Coffee and Books, uno dei primi blog che ho iniziato a seguire e per cui nutro sconfinata ammirazione. Infine Bliss di Libri per passione, che considero la cucciola tra le blogger dolcissima e divertente. ringrazio queste straordinarie persone per i premi e l'amicizia libresca!

Condividere 7 fatti su di te.

Primo: Mi piace pensare a me stessa come una persona dinamica, attiva e sempre con qualcosa da fare, ma in realtà sono abbastanza pigra, per farmi uscire di casa bisogna stanarmi con il fumo e rimando molte cose che potrei fare immediatamente e con poco spreco di energie.
Secondo: Ho sempre i piedi gelati quindi a meno che non ci siano 40 gradi in casa porto sempre i calzini, anche d'estate.
Terzo: Ho decisamente troppi libri da leggere, più di quanti potrei leggerne in un anno, così come i manga, eppure non mi freno da acquistare e meno male che non ho una carta di credito, svuoterei il conto in banca.
Quarto: Il mio gelato preferito è il limone, sarei capace di svuotare una vaschetta da sola.
Quinto: Adoro l'inverno e la montagna anche se vivo in una città di mare, ma vi assicuro che l'inverno è la stagione migliore dalle mie parti, almeno si può uscire tranquillamente con la macchina senza dover considerare di fare un'ora di coda!
Sesto: Adoro i cani, sono i miei animali domestici preferiti, anche se ultimamente mi solletica l'idea di prendere un gattino, peccato che rischierei di essere cacciata di casa da mia madre, io e il gatto.
Settimo: Voglio farmi un tatuaggio sulla caviglia! Dite che lì fa male?

Nominare altri 15 blog e lasciare un commento per fargli sapere che sono stati nominati.

Tutti i blog che avrei voluto nominare già hanno avuto il loro premio quindi mi sento libera di saltare questo punto ;P

Grazie a tutti e spero che vi siate divertiti con le mie piccole curiosità

venerdì 22 agosto 2014

Selfpublishing Made in Italy: La sabbia delle Streghe di Teresa di Gaetano

Da diversi mesi ormai mi imbatto nelle cover di questa serie ed essendo anche amica dell'autrice su Facebook è logico che mi siano capitate spesso davanti gli occhi, quindi adesso ve ne voglio parlare facendo un pò di chiarezza sui libri già usciti. Il primo volume è stato edito dalla Butterfly Edizioni ma la serie è composta da diversi libri, 12 per l'esattezza ma solo alcuni sono stati pubblicati mentre gli altri sono in fase di scrittura, infatti sul sito dell'autrice potrete trovare i titoli provvisori però bisogna tener conto che essendo un 'opera in divenire possono essere suscettibili a cambiamenti.
Ecco quelle già pubblicati

La sabbia delle streghe #1
La leggenda di Primrose
Teresa Di Gaetano
Butterfly Edizioni
€ 11,00
 100 pg

Delicata come un petalo di rosa perché raccontata con la stessa leggerezza di una fiaba, “La leggenda di Primrose” narra le avventure di una semplice ragazzina dal nome provvisorio IO, che un giorno, in apparenza per caso, si è persa ne Il deserto della solitudine.

Vorrebbe far ritorno nel suo mondo, ma non sa proprio come fare. Col tempo, suoi compagni diventano i granelli di sabbia del deserto e la misteriosa guida Chesterfield. Lui non solo le insegnerà ad accettare questa nuova realtà, ma le affiderà un importante missione: salvare dalla prigionia la principessa Primrose e il principe Chidley, gli unici in grado di liberare il GranRegno dal malefico e potente mago Ozark. IO intraprende allora il suo lungo viaggio e, attraverso il racconto degli altri personaggi, scoprirà la leggenda sulla principessa Primrose. Nonostante Urania, la principessa delle fiamme e fedele alleata di Ozark, cercherà in tutti i modi di impedirglielo, IO riuscirà lo stesso a portare a compimento la sua missione. Ma allo stesso tempo la condurrà a scoprire un risvolto davvero inaspettato della sua storia personale, riservandoci quindi un degno colpo di scena finale.

giovedì 21 agosto 2014

Recensione: Lady Cupido di Susan Elizabeth Phillips


Lady Cupido (Chicago Stars #6)
Susan Elizabeth Phillips
Leggereditore
€ 10,50
462 pg

Annabelle ha perso il lavoro, ha rotto con il fidanzato e anche i suoi capelli sono fuori controllo. Perdente in una famiglia di vincenti, questa volta ha l'occasione di rifarsi: ha appena ereditato l'agenzia matrimoniale di sua nonna e ha la fortuna di avere come cliente un vero e proprio scapolo d'oro. L'agente delle star sportive, il ricchissimo, fascinoso e arrogante Heath Champion, non a caso soprannominato il Pitone. Lui desidera solo il coronamento di una vita di successi, e cioè una moglie perfetta. Ma l'impresa sembra impossibile, così impossibile da far sospettare che il rapporto di Annabelle col cliente stia diventando un po' troppo stretto... Fino a quando Heath non incontrerà la donna dei suoi sogni: un successo professionale per Annabelle, ma cosa ne dirà il suo cuore?

Heath D. Champion, è un campione come il suo nome afferma, da uno squallido campo per roulotte, in cui ha  passato l’infanzia e l’adolescenza, è diventato uno dei migliori procuratori sportive in circolazione; i suoi clienti vengono assisti in tutto, dalle questioni contrattuali e legali fino all’acquisto della macchina o su come passare il tempo, lui li vizia, li coccola, il suo lavoro è una missione, gli obiettivi prefissati raggiunti, tranne uno: il matrimonio. Prima dei 35 anni ha deciso di convolare a giuste nozze con una donna elegante, raffinata, di buona famiglia, che sia la sua compagna di vita ma soprattutto partner e spalla nel suo universo di uomini. Per raggiungere tale scopo ha ingaggiato la migliore organizzatrice di incontri di Chicago eppure una buffa trentenne dai capelli rossi, con un catorcio come macchina e un guardaroba variopinto, che ha eredito la sua attività dalla nonna, ha deciso che sarà lei a trovargli tale donna, ottenendo in questo modo un gran ritorno pubblicitario. Annabelle non vuole solo trovare una moglie ad Heath ma la donna perfetta per lui. Logicamente non si possono comandare le frecce di Cupido!

mercoledì 20 agosto 2014

Selfpublishing Made in Italy: Il cantastorie di Leonardo Cerioli

Oggi vi segnalo il libro di un'autore giunto nel mio piccolo angolo tra le stelle grazie a Liliana Marchesi con un libro molto diverso dal genere che solitamente prediligo, anche se l'inserimento di elementi mitologici mi intriga molto, potrebbe risultare un interessante novità

Il cantastorie
Leonardo Cerioli
€ 1,99 - 204 pg

lunedì 18 agosto 2014

Recensione: Ogni giorno di David Levithan


Ogni giorno
David Levithan
Rizzoli
€ 15,00
370 pg

Da quando è nato, A si risveglia ogni giorno in un corpo diverso. Per ventiquattr'ore abita il corpo di un suo coetaneo, che poi è costretto ad abbandonare quando il giorno finisce. Affezionarsi alle esistenze che sfiora è un lusso che non può permettersi, influenzarle un peccato di cui non vuole macchiarsi. Quando però conosce Rhiannon, chiudere gli occhi e riprendere il cammino da nomade è impossibile: per la prima volta innamorato, A cerca di stabilire un contatto, di spiegare la sua maledizione, fino a convincere Rhiannon che è tutto vero, che quello che ogni giorno si presenta da lei è la stessa persona, anche se in un corpo diverso. Rhiannon s'innamora a sua volta dell'anima di A, ma dimenticare il suo involucro è difficile, e pian piano la relazione con i mille volti di A si fa più delicata di un vetro sottile. Nel disperato tentativo di non perderla, A tradisce le sue regole, inizia a lasciare nelle esistenze quotidiane tracce e strascichi del suo passaggio, e qualcuno se ne accorge...


Un nuovo giorno, una nuova vita, ogni giorno. Ogni giorno A si sveglia e non sa se sarà una ragazza o un ragazzo, se avrà una famiglia che lo ama, o se invece sarà costretto a lavorare per vivere, se sarà popolare o preda di bullismo, se la sua vita procederà senza intoppi o la depressione lo costringerà a farsi del male. Ogni giorno il risveglio porta con sé domande ed incertezze, almeno finchè non incontra Rhiannon allora ogni risveglio sarà accompagnato dalla necessità di rivederla, di stringerla tra le braccia e perdersi nei suoi occhi. Ogni giorno è scandito da un nuovo risveglio e da infinite possibilità.

giovedì 14 agosto 2014

Terza tappa Blogtour "Immagina le parole" di Liliana Marchesi

Siete cotti di sole, di mare, di vento e di acqua? Oppure vi state rilassando in qualche agriturismo? O ancora siete aggrappati a qualche parete rocciosa per scalare una impervia cima? Magari scarpinate in visita a musei e monumenti in qualche bella città italiana o straniera? Bè dovunque voi siate in questa vigilia di Ferragosto non perdetevi il meraviglioso Blogtour organizzato da Liliana Marchesi per festeggiare l'uscita della sua ultima fatica, il primo volume della serie romance distopica R.I.G.

Radice
(R.I.G. #1)

Liliana Marchesi
€ 2,99 - 346 pg

Una trilogia Distopica costruita sulla credenza secondo la quale l’uomo conosce e utilizza
solamente una minima parte delle reali capacità del cervello.
Una Trilogia in cui cuore e mente si scontreranno in uno scenario di disordini,
passioni, complotti e atti estremi.
Una storia che sconvolgerà le vostre menti!
Un mondo perfetto in cui non vi è posto per la criminalità.
Un Sistema impeccabile, il Mind, che ha saputo estirpare il marcio dalla società e donare a tutti una vita serena e tranquilla.
Certo, le differenze fra classi sociali ci sono ancora, ma a tutti è stata data l’opportunità di vivere con dignità.
Solo una piaga affligge l’umanità: le numerose ed inspiegabili morti neonatali alle quali nessuno sembra voler dare il giusto peso. Nessuno eccetto Kendall, che si ritroverà suo malgrado coinvolta nell’incredibile verità che si cela dietro a questi decessi.
In una fredda notte di Brooklyn, la vita di Kendall Green verrà sconvolta da un incontro inaspettato che le rivelerà l’esistenza degli Orfani, una fazione segreta che è riuscita a sottrarsi al controllo del Mind e che farà di tutto per far crollare quest’impero di menzogne.

In questo blogtour avrete l'occasione di legegre estratti del libro legati ad immagini particolari scelte con cura da Liliana e mixati grazie alla sua abilità grafica. Nelle tappe precedenti vi è stato chiesto di eseguire questi passi
1- Mettere mi piace nel sito dell'autrice che troverete QUI
2- Unirvi ai Blog che ospitano le tappe.
3- Condividere l'evento che troverete QUI
4- Commentare i post del tour
Diciamo che questo era un semplice riscaldamento ma da oggi facciamo sul serio. condividete le tappe del tour il più possibile, il link del sito di Liliana e tutto ciò che concerne Radice senza dimenticarvi di taggarla. Colei che avrà diffuso maggiormente il virus R.I.G. Sì aggiudicherà un segnalibro personalizzato con nome e l'autografo di Liliana offerto da DiabolicaMente!
 Chi diffonderà di più il Virus diventerà una R.I.G.nerata e nell'ultima tappa sarà svelato il premio ed il nome della vincitrice!

Ecco i contenuti scelti per la mia tappa

Vi ricordo le tappe del Blogtour in modo che non ne perdiate nemmeno una
10 Agosto - Il Rumore dei Libri
14 Agosto - Stelle nell'iperuranio
16 Agosto - I miei sogni tra le pagine
18 Agosto - Parole al vento
20 Agosto - Reading at Tiffany's

Ed ora una piccola chicca per voi, le tre cover della trilogia realizzate da Liliana

 

Al prossimo appuntamento e buone vacanze a tutti!!!

mercoledì 13 agosto 2014

Recensione: Stanotte il cielo ci appartiene di Adriana Popescu


Stanotte il cielo ci appartiene
Adriana Popescu
Giunti
€ 9,90
320 pg

Layla ha un grande sogno: catturare con la macchina fotografica immagini uniche in giro per il mondo. Per il momento, però, si deve accontentare di fare la fotografa di eventi. La sua storia di cinque anni con Oliver e la loro tranquilla routine in un appartamento nel centro di Stoccarda non le consentono molto di più. Una sera, però, in una discoteca dove viene chiamata per lavoro, la reflex di Layla si posa su un ragazzo che, con gli occhi chiusi e completamente isolato dalla ressa che lo circonda, balla al ritmo di una musica tutta sua, perso nei propri pensieri. Layla è ipnotizzata da questa visione e gli scatta una foto proprio nell'attimo prima che una gomitata accidentale lo colpisca in pieno volto. È così che Layla e Tristan si conoscono. Ma da quel giorno non possono fare a meno di rivedersi: un giro in moto per la città, un pic-nic lungo il fiume, una serata a guardare le stelle cadenti. Da semplici amici, certo! O almeno, è quello che si racconta Layla. Ma qual è il confine tra amicizia e attrazione? E quanto coraggio ci vuole per buttare all'aria la propria vita?


La vita di Layla è diventata una lunga sequenza di notti passate a scattare foto a gente che balla e si diverte nei locali, ai party ed agli eventi più importanti della vita notturna di Stoccarda. Questi ingaggi le permettono di farsi conoscere, incrementare il suo conto in banca e farle vivere una vita perfetta e senza scossoni accanto al suo uomo ideale Oliver. Poi una sera attraverso la macchina fotografica scorge un ragazzo, un attimo, uno scatto, una gomitata, una medicazione improvvisata rubata da Grey’s anatomy e la sua vita cambia per sempre. Attraverso Tristan la sua visuale si allarga, il desiderio di immortalare momenti unici  e non visi tutti uguali le fa formicolare le mani e crescere nei piedi la voglia di partire per visitare il mondo. Layla ama Stoccarda, ama Oliver, ama l’amica Beccie, ama soprattutto Tristan, ma il mondo la sta chiamando ed è forse ora di rispondere al suo richiamo.

lunedì 11 agosto 2014

Selfpublishing Made in Italy: Deserto di sangue di Chiara Cilli

Oggi vi segnalo l'uscita del quarto ed ultimo libro di una serie scritta da una delle signore del Selfpublishing e del Fantasy in italia: Chiara Cilli, anche se al suo attivo ha anche una interessante trilogia erotica, una donna dalle mille risorse! Devo ammettere che di suo ancora non ho letto niente, colpa della mia TBR infinita, ma le sue storie sono originali ed intriganti per questo mi sento di consigliarvela a scatola chiusa. Da oggi su amazon è disponibile

Deserto di Sangue
(La Regina  degli Inferi #4)
Chiara Cilli
€ 4,99 - 362 pg

sabato 9 agosto 2014

Selfpublishing Made in Italy: Radice di Liliana Marchesi

Nonostante il caldo, i mille impegni, la stanchezza da notti insonni e le ferie inesistenti (se qualcun altro si azzarda a dirmi "tanto tu vivi in un una città di mare e quindi è come se fossi sempre in vacanza" giuro che si becca una maledizione Cruciatus) riesco ad aggiornare periodicamente il mio angolino tra le stelle ed a non lasciarvi soli. Oggi vi segnalo l'uscita, proprio in queste ore, dell'ultimo libro, prima di una nuova trilogia, di un'autrice che avete avuto modo di conoscere tra le mie pagine grazie ad una trilogia molto originale sul paradiso terrestre ed un romance distopico dalle ambientazioni russe. Dato il grande successo di quest'ultimo Liliana Marchesi ci riprova e ci regala una nuova serie romance distopica 

Radice
(R.I.G. #1)
Liliana Marchesi
Amazon
€ 2,99 - 346 pg
Una trilogia Distopica costruita sulla credenza secondo la quale l’uomo conosce e utilizza
solamente una minima parte delle reali capacità del cervello.
Una Trilogia in cui cuore e mente si scontreranno in uno scenario di disordini,
passioni, complotti e atti estremi.
Una storia che sconvolgerà le vostre menti!

Un mondo perfetto in cui non vi è posto per la criminalità.
Un Sistema impeccabile, il Mind, che ha saputo estirpare il marcio dalla società e donare a tutti una vita serena e tranquilla.
Certo, le differenze fra classi sociali ci sono ancora, ma a tutti è stata data l’opportunità di vivere con dignità.
Solo una piaga affligge l’umanità: le numerose ed inspiegabili morti neonatali alle quali nessuno sembra voler dare il giusto peso. Nessuno eccetto Kendall, che si ritroverà suo malgrado coinvolta nell’incredibile verità che si cela dietro a questi decessi.
In una fredda notte di Brooklyn, la vita di Kendall Green verrà sconvolta da un incontro inaspettato che le rivelerà l’esistenza degli Orfani, una fazione segreta che è riuscita a sottrarsi al controllo del Mind e che farà di tutto per far crollare quest’impero di menzogne.

Ecco il meraviglioso Booktrailer realizzato da Liliana che ha curato anche la grafica della cover ed è disponibile per lavori su commissione


Non perdetevi il blogtour che da domani vi condurrà 
alla scoperta di immagine ed estratti di Radice
facendo una puntata anche nel mio angolo!

10 Agosto - Il Rumore dei Libri
12 Agosto - Sognando tra le Righe
14 Agosto - Stelle nell'iperuranio
16 Agosto - I miei sogni tra le pagine
18 Agosto - Parole al vento
20 Agosto - Reading at Tiffany's


Quanti di voi lo stanno già leggendo?

venerdì 8 agosto 2014

Selfpublishing Made in Italy: Mondo Unico, Fino alla fine della rete e L'occhio di cristallo

Una carrellata di libri autopubblicati tra fantasy, nerd e fantascienza

Mondo Unico
Andrea Zanotti
€ 2,49 - 1070 pg
Attenzione questo è il volume unico che contiene i tre libri della trilogia
che possono essere anche acquistati singolarmente

martedì 5 agosto 2014

Blogtour Tutta colpa del mare di Chiara Parenti: 2° TAPPA – Presentazione Dream Cast


Benvenuti in questa calda giornata di Agosto (finalmente è arrivata l'estate!!!!!!) nel mio piccolo angolo tra le stelle, oggi ospito la seconda tappa del blogtour più frizzante e alcolico dell'estate la cui parola d'ordine è : MOJITO!!!! 
Ok non sono ubriaca, anche perchè la sottoscritta è totalmente astemia, quindi è quella designata ad essere sempre il guidatore sicuro, sono semplicemente entusiasta di partecipare a questo Tour ed al fantastico Giveaway organizzati per l'uscita del libro di Chiara Parenti, Tutta colpa del mare (e anche un pò di un mojito). Un tour allegro, divertente e con un giudice molto severo a decretare il vincitore: Lady Gaga!! 
Avete voglia di conoscerla? Bè ve la presenterò se avrete la bontà di seguirmi fino all'ultima riga di questo mio delirio.
In questa tappa vi presenterò i personaggi di Tutta colpa del mare così come li ha pensati e concepiti Chiara, ma ci ho messo un pò il mio zampino e sarà presente anche una mia versione (nel frattempo se volete leggere la mia opinione sul libro beccatevi la recensione)! 
Prima di tutto però voglio ricordarvi il calendario che dovrete seguire con manifesta venerazione per poter ambire al premio finale
4 agosto - 1° TAPPA – Presentazione Blogtour + Apertura Giveaway Atelier dei Libri
5 agosto – 2° TAPPA – Presentazione Dream Cast Stelle nell'iperuranio
8 agosto – 3° TAPPA –Intervista all’Autrice La Fenice Book
14 agosto - 4° TAPPA – Viareggio e il Carnevale EstivoWalks with Giò
19 agosto - 5° TAPPA – Come si prepara un mojito? (tappa alcolica! ^_^) Silvia Daveri Autorialblog
22 agosto - 6° - Recensione Sogni Pensieri Parole
26 agosto - 7° TAPPA – I luoghi del romanzo Dragonfly Wings
29 agosto - 8° TAPPA – Il libro-gioiello + Vincitore del Giveaway Beira's Heart

Finalmente eccovi il DREAM CAST decritto da Chiara

MAIA MARINI (a.k.a. Apetta)
Chiara: C’è chi alla sera conta le pecore. Maia invece conta le gocce. Di Valium. È sempre ansiosa, lavora talmente tanto che Aleksej Stachanov, in suo confronto, avrebbe dovuto essere licenziato in tronco per pigrizia e assenteismo. La vita di Maia è appesa a una macchina. Il suo cellulare. E poi anche il portatile. Facciamo anche l’Ipad. È più multitasking della Dea Kalì ma questo ancora non le basta per essere perfetta quanto vorrebbe. O quanto gli altri – il suo fidanzato, la sua futura suocera e il suo datore di lavoro ‒ vorrebbero che fosse.
Questa è la Maia di oggi, la trentaduenne milanese che ha imparato a non dire tutto quello che pensa e che pensa tutto quello che dice.

Insomma, Maia è così. Basta che la teniate lontana dal mare, specie quello della Versilia, che ha sempre avuto un effetto incredibilmente sconvolgente su di lei. E non fatele mangiare riso, che crea qualche problema alla sua “naturale regolarità” (è un po’ stitica, insomma). E soprattutto non fatela bere, per carità: Maia ha dei seri problemi con l’alcool. Ma non preoccupatevi, è pur sempre una ragazza, non un Gremlin.
Lara: Solo chi come noi è stato tormentato dai cartoni animati degli anni Ottanta e Bim Bum Bam al nome Maia può associare l'apetta "tanto gaia"


MARCO COLI (a.k.a. Tonno)
Chiara: Marco è il primo amore di Maia. Il suo sguardo è così magnetico che quando entra in una ferramenta scoppia un casino infernale. La prima volta che Maia lo ha visto, a diciassette anni, sulla spiaggia di Viareggio, ha pensato che fosse arrivato da un altro pianeta e portato lì dal mare da Re Tritone. Si chiese se non fosse una specie di super eroe: insomma, Sailor Moon invocava il Potere Eterno dei Petali di Stelle, He Man quello di Grayskull, e Marco aveva il Potere dello Sguardo Assassino. Una miscela letale, tra lo sguardo tenero di un cerbiatto e quello infuocato di Casanova. Alle superiori, Marco riusciva a passare sempre con tutti sei per il rotto della cuffia: con la sua pagella ci si poteva invocare il demonio.

Ma a lui non importava granché perché il suo sogno era un altro: la musica. Da tempo immemore ormai, Marco suona la chitarra e scrive canzoni per la sua band storica, i “Sea Tribe”, la tribù del mare, e del mare questo incredibile ragazzo ha la forza che gli scorre nelle vene. Un suo difetto? Al contrario di Maia, non riesce a fare due cose insieme. Se cammina deve fermarsi per parlare. E visto che è un gran chiacchierone, pensateci bene prima di invitarlo a fare una passeggiata. Rischiate di non arrivare mai a destinazione.
Lara: Lo so che lui viene descritto come un figo da paura ma se Maia continua a chiamarlo Re Tonno dei sette mari io solo così posso vederlo!

DIANA CEREDA
Chiara: Diana è la migliore amica di Maia, sorella di Lapo e figlia di Madre. Porta i capelli sparati in aria come a seguito di un’esplosione di petardi sulla sua testa, ma è così che piacciono a Luca, suo promesso sposo dopo appena otto mesi di fidanzamento. È che Diana ha sempre amato bruciare le tappe: ha preteso la festa di Laurea dopo il primo esame all’università.
Secondo Margherita però, l'amore improvviso di Diana per Luca, figlio del custode del palazzo in cui abita, è sbocciato solo per fare un dispetto a Madre, con la quale la ragazza ha un rapporto disteso e amichevole quanto quello tra Sparta e Atene. In fondo, Diana è sempre stata una ribelle. A diciotto anni se n’è andata via di casa per girare l’Europa un anno intero alla ricerca di se stessa. Poi però non si è trovata ed è ritornata a Milano.
Si dice che quel giorno Madre, dopo aver dato prova di insospettabili doti da ballerina, cimentandosi in una danza estemporanea dal titolo “Te l’avevo detto!”, si sia quasi strozzata con l’oliva del suo inseparabile Martini.

Lara: Chiara ed Edward mani di forbice, stessa pettinatura!!!

GAIA GALASSI
Chiara: Gaia è la cugina di Lapo e Diana. Ama andare in giro vestita come una velina ai casting e non dare nell’occhio in sua compagnia è come nascondersi dietro un’insegna lampeggiante al neon con una freccia che dice Ehi! Siamo qui!.
Al primo impatto, potrebbe sembrare la classica bella, ma svampita come una bottiglia di coca lasciata aperta sotto il sole. Al secondo impatto, pure.
Quando la vedete inclinare lievemente la testa a sinistra e scrutarvi con un’espressione concentratissima, non sta espellendo un riccio di mare: sta pensando. A volte succede, non con grande frequenza, ma può capitare. Voi però non abbiate paura e restate calmi, tanto passa in fretta.

Lara: Chi non ha un'amica che, anche se partite per una spedizione alpina, non rinuncia ai tacchi e alle minigonne inguinali? Ma attenzione ogni tanto anche loro hanno lampi di genio e molto da dire!


MARGHERITA RAVASI
Margherita è la migliore amica di Diana e Maia. Anche di Gaia, ma questo non lo ammetterebbe mai. Ha la delicatezza di uno stegosauro al ballo delle debuttanti, e quando ha fame, si trasforma in una specie di chupacabra bulimico: se sfortunatamente vi trovate in coda insieme a lei all’Autogrill, fatele spazio, per carità, altrimenti la vedrete farsi largo con la stessa gentilezza di un giocatore degli All Blacks per arrivare a meta e voi vi ritroverete con la faccia spalmata sulla vostra Rustichella Mediterranea.

A onor del vero, bisogna anche dire però che Margherita è una ragazza schietta e sincera: da piccola, fu lei a dire ai suoi genitori che Babbo Natale non esiste. È pure una femminista convinta: se fosse vissuta negli anni Settanta avrebbe dato fuoco a mutande e reggiseni con la stessa energia della Torcia Umana. Odia le donne geisha cosparse di spirito da crocerossine. Se potesse avvicinarle, lo farebbe solo con l’accendino in mano.
Lara: Non mettetevi sulla sua strada quando ha fame potrebbe abbattervi in un attimo.


LAPO CEREDA
Fratello di Diana e Figlio Diletto di Madre, Lapo è il fidanzato di Maia da cinque anni. Occhi profondi e spalle larghe, sembra un modello di Dolce e Gabbana. I capelli sono lisci e sempre in piega: potrebbe fare la pubblicità per un gel o una lacca, oppure per un cemento a presa rapida.
Lavora h24 nell’azienda di famiglia, altrimenti potrebbe partecipare a The Apprentice, vincere e licenziare Flavio Briatore, scaraventandolo fuori dal suo grattacielo con un paracadute (maculato). Ogni sera, prima di dormire, Lapo costringe la sua ragazza a soddisfare la naturale esigenza che ogni giovane maschio in ascesa come lui sente pulsare ardentemente nelle parti più profonde di sé: guardare in dvd una lezione del corso di web marketing operativo di “Impresa domani”. La sua ragazza è attualmente candidata al Nobel per la Pazienza e ha ottime probabilità di vincere.Lara: Caro Lapo la velocità non è sempre un pregio!


ATENA SALVI CHIURAZZI (a.k.a MADRE)
Atena è la Madre di Diana e Lapo, nonché futura suocera di Maia. Dotata di un raggio laser al posto degli occhi e di zigomi così appuntiti da poterci tagliare il vetro, secondo voci attendibili Madre è stata la vera fonte di ispirazione di Angelina Jolie per interpretare il ruolo di Malefica.

Degna figlia di Nonna Olimpia, un goblin nel corpo della nonnina di Gatto Silvestro, Madre è l’erede indiscussa delle famose Industrie Chiurazzi, la Forrester Creations della Lomellina. Madre però non produce capi di alta moda, ma riso: il che è abbastanza singolare, visto che Madre, terrore delle galassie conosciute, raramente ride. Madre al massimo si produce in un ghigno malefico del tipo “muhaaaaa” (come quello che emise alla sua amica Clotilde del circolo di tennis quando si sfracellò a terra dopo un suo rovescio sparato a tradimento), e lo fa aprendo la bocca fin quanto la struttura di botulino che le sostiene la faccia glielo consente. Gli alieni esistono, ma stanno solo aspettando la morte di Madre per attaccarci. Non sanno però che probabilmente Madre è immortale.
Lara: La suocera peggiore che si possa immaginare e dal muscolo facciale paralizzato capace di offendersi personalmente se la nuora è colta da un attacco urgente di diarrea, mai pensato che possa essere una reazione alla sua vista?


TANCREDI DE BERNARDINIS
Direttore dell’agenzia di comunicazione in cui lavora Maia, Tancredi De Bernardinis è noto ai più come “Ciccio Cianuro”. Sono centodieci chili di malvagità concentrati in un metro e settanta centimetri di prepotenza.

Lavorare per Tancredi o cucire palloni in un umido sottoscala di Taiwan, si attestano più o meno sullo stesso livello di sfruttamento (un contratto alle sue dipendenze dura quanto un gatto sull’Aurelia). Non è mai ben chiaro, chi manda al diavolo chi, perché di solito l’operazione avviene ne Il Bunker, l’ufficio probabilmente insonorizzato e sicuramente terrificante di Ciccio Cianuro. Autodefinendosi il “Comunicatore più famoso di Milano”, Ciccio Cianuro si è recentemente autonominato anche imperatore supremo dell'Universo dopo aver spodestato l'imperatore Palpatine con un colpo di stato. Modestia e umiltà i tratti distintivi del suo carattere.
Lara: Di certo un datore di lavoro così solo Batman può metterlo a tacere!

ROSA
Rosa è la storica Amica del Mare di Maia. Si sono incontrate da piccolissime in spiaggia e Maia era rimasta subito affascinata da quella bambina con i capelli castani e dalle sue notevoli capacità architettoniche nella costruzione di castelli di sabbia. 

Da lì, a limonare con i ragazzi, il passo è stato breve. 
Ogni estate che Maia tornava in Versilia dai nonni, sapeva che avrebbe passato tre mesi fantasmagorici insieme alla sua Amica del Mare. Rosa adora vestirsi come se fosse appena scappata da Woodstock di corsa. Datele una gonna a fiori, dei sandali bassi e una canottiera multicolor e lei sarà in pace col mondo.
Lara: Gli anni settanta sono passati da un pò ma certamente il loro stile così comodo non tramonterà mai, come la vera amicizia!


I SEA TRIBE
“Sea Tribe” è il nome della storica band di Marco. Della “tribù”, oltre a lui, fanno parte Tommaso, il cantante, una specie di skinhead con l’aria da spaccone, Dario, il fricchettone alla chitarra elettrica, Fabio, il brutto ma giusto, alle tastiere, e Andrea, il bello e dannato, alla batteria. Marco, Tommaso e Andrea si conoscono fin dall’asilo: la loro amicizia è cominciata quando un gruppo di baby bulli gliele suonò di santa ragione perché Marco si era rifiutato di cedere loro le sue figurine di Capitan Harlock. Forse è da quel momento che hanno pensato di “suonare” insieme. 
Alle superiori hanno incontrato Fabio e Dario ed è nata l’idea di creare una vera e propria band, per la gioia della madre di Fabio, che in un momento di sconsiderata debolezza dette il benestare perché i ragazzi provassero nel garage sotto casa. Ancora oggi, ripensando a quei giorni rumorosi, alla signora Lari sanguinano le orecchie.
“Tutta colpa del mare” è il nome dell’ultimo disco dei “Sea Tribe”, che prende il titolo dalla canzoncina che Marco scrisse per Maia, nell’estate dei loro diciassette anni. 
Lara: Mi dispiace ragazzi ma tra voi per me solo Marco si salva, ringraziate il mare di avere lui altrimenti chi ve lo faceva il contratto!

Allora cosa ne pensate vi piacciono i protagonisti ed i loro amici? 
Allora correte a leggere il libro in rigorosa compagnia di un mojito!

Per quanto riguarda il giveaway ci sono un pò le solite regoline da seguire ed il Form da compilare (iscrizioni ai blog, piacciare pagina facebook, rispondere a domandina, condividere, condividere, condividere, l'ho detto condividere?), tutto come indicato nel post di Glinda di Atelier dei libri (tutti QUI), ma il passaggio che assolutamente non dovete saltare per vincere il favoloso premio è un Selfie! Ebbene si anche noi abbiamo ceduto al fascino del selfie!

"Se volete il Bracciale del Mare, inviateci un selfie originale ispirato all’amore che nasce in riva al mare. La foto dovrà contenere, in qualche modo (date ampio spazio alla fantasia, eh!) il titolo del libro.

Postate le vostre fotine tra i commenti dei blog che partecipano al blogtour: gli hashtag da utilizzare sono quello del romanzo #TCDM e quello della collana#YouFeel. 

Avete tempo fino al 28 agosto. Poi Chiara Parenti chiamerà il suo gattone, Lady Gaga e insieme a loro e alle amministratrici dei blog coinvolti decideremo chi ha vinto. Le vostre foto potete anche pubblicarle sulla pagina evento del blogtour (qui)."


Il fantasmagorico premio in palio per questo Blog Tour quindi è niente poco di meno che un braccialetto con i charms ispirati al libro e sarà la fantastica Lady Gaga, che mi dicono essere giudice inflessibile, a stabilire chi si sarà aggiudicato l'ambito premio

Logicamente non partecipo al giveaway
 ciò non toglie che mi sia voluta divertire anche io!!
Cosa ne pensate?

Quasi quasi vado in spiaggia rifarmi un pò gli occhi!
 Tutta colpa del mare, lo ripeterò fino alla fine!!!

Alla prossima tappa l'8 Agosto su La Fenice Book
Vi aspettiamo

lunedì 4 agosto 2014

Recensione: Tutta colpa del mare (e anche un pò di un mojito) di Chiara Parenti


Tutta colpa del mare

(e anche un pò di un mojito)
Chiara Parenti
Rizzoli (YouFeel)
€ 2,49 
134 pg

Lettura consigliata agli astemi – perché cambino idea!
La vita di Maia Marini procede a vele spiegate verso la felicità: un fidanzato appartenente a una prestigiosa famiglia, un lavoro presso una delle più rinomate agenzie di comunicazione di Milano, tre amiche splendide con cui trascorrere il weekend per festeggiare l’addio al nubilato di Diana, la futura cognata! Peccato che la meta prescelta sia la Versilia, dove Maia ha passato le vacanze fino all’estate dei 16 anni. Ritornare nei luoghi in cui ha lasciato il cuore e rivedere Marco, il primo amore, la manda in tilt. Così decide che qualche mojito non potrà farle male… e anzi l’aiuterà. Il mattino dopo, però, Maia non ricorda niente. Non ha idea di cosa abbia combinato durante quel folle venerdì notte. In compenso, però, lo sanno i suoi 768 amici di Facebook. Cercando di ricucire una situazione compromettente e compromessa in ogni settore della sua vita, Maia si troverà a porsi una domanda fondamentale: e se invece che la fine di tutto, fosse solo un nuovo inizio? Perché se è vero che l'alcol fa fare pazzie, è altrettanto vero che a volte aiuta a fare la cosa giusta!

Maia Apetta e Marco Tonno; cosa ci volete fare, quando si hanno diciassette anni e si è innamorati la razionalità finisce fuori dalla finestra ed allora anche i soprannomi stupidi diventano dei capolavori. Quindici anni dopo Maia è ben lontano dall’essere Apetta se non fosse per la sua grande capacità organizzativa e la dedizione al lavoro, queste infatti sono le uniche caratteristiche che la possono ricollegare all’operoso insetto. In quindici anni non è più tornata sul mare della Versilia, pur sentendone il richiamo. Marco invece non se ne è mai allontanato aspettando il ritorno di una sirena dotata di ali e anche di pungiglione. Il destino ci metterà lo zampino, certo anche una lunga serie di mojito e una sbronza colossale saranno d’aiuto. Meglio vivere una vita da sobri o al motto di “in vino veritas”? Bè in questo caso “in mojito”!!!