lunedì 22 giugno 2015

Quinta Tappa Blogtour "Manhattan Beach" di Raquel Villaamil

Buon lunedì cari amici, avete passato bene il fine settimana? Il mio è stato molto impegnativo dato che sabato sera è nato il mio secondo nipotino, Carlo Federico, e mentre nonni e genitori erano impegnati io mi sono dedicata la fratello maggiore Alessandro che mi ha praticamente distrutto!
Ma passiamo all'argomento di questo post che come avrete capito fa parte di un Blogtour organizzato da Pamela de Il cibo della mente per  far conoscere questo carinissimo libro edito da una casa editrice con cui lei ha iniziato una collaborazione grafica. Infatti è statalei ad avere ideato l'azzeccatissima cover e anche tutti i banner per il blogtour, ma d'altronde lo sappiamo che Pam ci sa fare. In questa tappa presenterò il libro, vi delizierò con la mia recensione e il resoconto di un incontro imbarazzante! Nel caso vi foste persi qualche  tappa ecco il calendario e a fine pagina avrete modo di vedere il favoloso premio messo in palio dalla Libro Aperto International Publishing

Manhattan Beach
Raquel Villaamil
Libro Aperto International Publishing
308 pg


UNA STUDENTESSA UNIVERSITARIA
UN ATTORE DEL CINEMA
SEDICI OBIETTIVI DA RAGGIUNGERE

«Tutto sembrava diverso nella finalmente soleggiata California. Tutto sembrava possibile.»

Miriam ha appena lasciato la Spagna per trasferirsi a Los Angeles, dove frequenterà un master universitario della durata di nove mesi. È una ragazza semplice e ottimista, decisa a raggiungere i suoi obiettivi e a non lasciarsi distrarre da niente e da nessuno.
Sean è un attore che da qualche tempo fatica a trovare un buon ruolo da interpretare. Un uomo all’apparenza schivo, misterioso e affascinante, con un passato disastroso alle spalle che non riesce a dimenticare.
L’incontro tra i due catapulterà Miriam nel mondo di Hollywood, tra realtà e finzione, dove tutto sembra risplendere ma dove nulla è mai come sembra.
La sua vita verrà sconvolta da questo nuovo ambiente di cui non riesce a capire i meccanismi e da una serie di vicende che la porteranno a intraprendere un viaggio inaspettato tra la California, New York e Venezia, tra colpi di scena, umorismo e nuovi sentimenti.



Miriam, giovane architetto spagnolo, si ritrova un bel giorno di primavera all'aeroporto di Los Angeles pronta per iniziare la su avventura: un prestigioso master che le permetterà di lavorare con i più importanti e famosi architetti del mondo oltre che darle una formazione di tutto rispetto. Per vivere al pieno questa esperienza Miriam ha tracciato una lista di obbiettivi da portare a termine, peccato che tra questi non ci sia quello più importante ma che la coglierà in un giorno di pioggia ,dopo una caduta ed un incontro molto ravvicinato con il ricordino di un amico a quattrozampe. Meno male che qualcuno correrà subito a tirarla fuori da quel guaio buttandola, però, in uno molto più grosso e molto più straordinario.
Un libro interessante per la Libro Aperto scritto da un’autrice americana ma di origini spagnole, cosa che emerge chiaramente dalla storia e soprattutto dalla sua protagonista, il cui temperamento peperino e caliente si fa notare fin dalle prima battute. La particolarità di questo testo non è solamente la narrazione in prima persona di Miriam ma il fatto che non esiste una vera suddivisione in capitoli, infatti seguiamo lo svolgersi degli eventi attraverso i raggiungimenti dei diversi obiettivi che Miriam si è posta all'inizio del viaggio.

Obiettivi che scandiscono la sua vita e ci permettono di seguirla nel suo percorso di crescita, nello staccarsi dal cordone familiare, inventarsi una nuova vita dall'altra parte dell’oceano, far valere le sue capacità come architetto e sopratutto innamorarsi, anche se questo non rientrava nei piani. E per una ragazza europea, poco avvezza alle star del cinema moderno, quale coprotagonista migliore di un famoso attore che però le tiene nascosta la sua vera identità ed il suo tragico passato? Non sarà tutto rosa e fiori, Miriam e Sean si scontreranno con una realtà che non avevano preso in considerazione, con diversità di stili di vita e di vedute,  a separali inoltre ci sarà anche una sceneggiatura che la ragazza ha trovato nella sua nuova casa, opera del padre della sua coinquilina e spuntata fuori grazie all’aiuto di uno spirito che sembra abitare la sua stanza. Insomma è una storia per tutti i gusti, accompagnata da un repertorio musicale di tutto rispetto, suonato da una sveglia rosa manovrata a quanto sembra dal suddetto spirito, che pare si diverta anche manomettere il suo nuovo computer molto kitch, per far si che la sceneggiatura venga ritrovata e portata alla luce. Miriam attraverso queste nuove esperienze, grazie all’amore,  ma anche alla sua perdita, grazie a nuovi amici divertenti e affettuosi, ma anche qualcuno un po’ Negativo, grazie ad un lavoro appassionante ed un’amica che saprà sempre tirarla su di morale, imparerà che la vita è fatta di decisioni, che giuste o sbagliate sono parte integrante del percorso di crescita e che ognuna di essa può portare di un passo più vicino alla realizzazione di tutti i desideri. Raquel, come accennavo prima, ha fatto grande uso della musica ma anche della cinematografia per accompagnare i diversi stadi di crescita della sua protagonista, circondandola inoltre di personaggi ben descritti ed altamente caratteristici, personaggi a tutto tondo capaci di comparire al momento giusto. Solo lo stile mi ha lasciato un po’ perplessa, non mi è sembrato abbastanza fluido per un libro che promette una storia fresca e divertente e che a volte si arena in fasi troppo descrittive o in momenti di stasi.
Una piacevole letture estiva comunque che non vi deluderà per una giornata sotto ombrellone, e per tutte colore che sognano di conquistare un divo di Hollywood, a Miriam sembra sia bastato finire nella pupù di cane, d'altronde sappiamo tutti che porta fortuna.


Voto: basta saper cogliere le opportunità


Per la mia tappa mi è stato chiesto di parlare di un primo incontro imbarazzante, mi sono scervellata da diversi giorni ma di primi incontri del genere non ne ricordo. Però di scene imbarazzanti ne ho vissute.

Ai tempi dell'università frequentavo un ragazzo che si era trasferito nella città universitaria, mentre io facevo la pendolare. Per le vacanze invernali lui tornò nella sua città natale e quindi non ci vedemmo per una ventina di giorni, al suo ritorno  decisi di fargli una sorpresa e di andare a casa sua la mattina presto per passare tutto il giorno insieme. Suonai alla porta, una persona mi aprì ed io perplessa domandai: " E' in casa Marco? " . Lui scoppiò a ridere, perchè la persona con cui stavo parlando era proprio Marco, il mio fidanzato. Insomma è vero che non ci vedevamo da qualche settimana, è vero che lui nel frattempo si era fatto i colpi di sole diventando quasi biondo ed aveva un'aria scalmanata e senza occhiali visto che si era appena alzato, è vero che lui era al buio ed io in piena luce quindi gli occhi non erano abituati all'oscurità ma non riconoscere il proprio ragazzo, tenuto anche conto che lui viveva da solo quindi chi altri avrebbe potuto aprirmi la porta, è una cosa che solo io potevo fare!Avrei voluto scavarmi un fosso!
Ora che ci penso però c'è stato un primo incontro imbarazzante nella mia vita: oggi ho tenuto in braccio per la prima volta il mio nuovo nipotino e per tutto il tempo ho avuto una faccia da ebete e gli ho parlato tateggiando e con la vocetta da cartone animato. Meno male che lui non ricorderà niente perchè l'ho visto molto perplesso, come a dire " Ma che vuole questa pazza squinternata e perchè non mi mette giù cosi posso tornare a ciucciare il latte?"

Legato al blogtour c'è anche un giveaway con un favoloso premio finale, per partecipare ecco le regole da seguire

- Segui i blog che partecipano al blogtour (obbligatorio) + 3 punti
- Diventa fan delle pagine facebook di Manhattan Beach e Libro Aperto International Publishing (obbligatorio) + 3 punti
- Commenta almeno 2 tappe su 8 (obbligatorio) + 2 punti
- Condividi l'evento su facebook (obbligatorio) + 2 punti
- Condividi il BT su twitter (facoltativo) + 1 punto
- 5° TAPPA DEL BT: Raccontaci del tuo primo incontro imbarazzante... (facoltativo) + 3 punti
- 6° TAPPA DEL BT: Quali sono gli obiettivi che ti proponi di raggiungere quando parti per un viaggio? (facoltativo) + 3 punti


  a Rafflecopter giveaway


Ed ecco il magnifico premio offerto dalla Libro Aperto International Publishing, 
il libro cartaceo con il segnalibro

Appuntamento alla prossima tappa su

6 commenti:

  1. Credo che questa sia la tappa più divertente proprio per il tuo racconto ahahahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono ancora mortificata, non l'ho proprio riconosciuto, ma si può essere più rimbambite?!?!

      Elimina
  2. Grazie mille! Thanks a lot for the rezensione! Best regards,
    Raquel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Raquel per essere passata!!!

      Elimina